Serve aiuto?

Contatti

Se la risposta che stavi cercando non è qui o hai una domanda sul sito, scrivici qui.

Informazioni per le amministrazioni #

Lavoro per un'amministrazione e sono arrivato/a qui dal link contenuto in una richiesta di accesso. Che succede? #

Chiedi è un servizio gestito da Diritto Di Sapere, un'organizzazione senza scopo di lucro che si occupa di promuovere il diritto di accesso alle informazioni. Aiutiamo i cittadini a fare richieste di accesso e a spedirle alle amministrazioni, oltre a tenere traccia delle risposte e a creare un archivio pubblico.

La richiesta di accesso che hai ricevuto è stata fatta da un utente di Chiedi. Puoi semplicemente rispondere come a una qualunque altra richiesta di accesso. L'unica differenza è che la tua risposta verrà pubblicata automaticamente sul sito.

Se hai dubbi riguardo la tua privacy, leggi qui sotto. Puoi leggere anche le informazioni di base di Chiedi per saperne di più dal punto di vista dell'utente. Puoi anche cercare sul sito l'amministrazione per cui lavori, vedere chi ha inviato richieste e le eventuali risposte.

Infine, se hai commenti o suggerimenti, non esitare a scriverci.

Perché pubblicate le risposte alle richieste? #
Ci sono molti aspetti positivi. Innanzitutto, questo spinge i cittadini a informarsi di più e meglio sul lavoro della Pubblica Amministrazione. Speriamo anche che questo eliminerà i duplicati, riducendo la mole di lavoro per chi risponde.

Inoltre dato che l'accesso agli atti riguarda informazioni pubbliche richieste da cittadini, non vediamo perché le risposte non debbano essere pubbliche!
Ma chi fa le richieste... sono persone vere? #
Certo! Per poter tenere traccia delle risposte, il sistema genera un indirizzo unico per ogni richiesta. Inoltre, come previsto dalle Linee Guida ANAC), agli utenti è richiesto di identificarsi allegando alla richiesta una copia della propria carta di identità. Sul sito puoi trovare tutte le richieste fatte dai singoli utenti.
Ma non starete mandando troppe richieste? #

Chiedi non sta inviando un gran numero di richieste. Quelle che vengono spedite sono inviate per conto degli utenti che le fanno. Inoltre, dato che tutte le richieste vengono pubblicate, è più semplice rendersi conto se qualcuno sta mandando un gran numero di richieste senza fondamento.

Su Chiedi vedo una richiesta per l'amministrazione per cui lavoro, ma non abbiamo ricevuto nessuna email!#

Se una richiesta compare sul sito vuol dire che abbiamo provato a inviarla. Eventuali messaggi di errore verranno mostrati sul sito. Puoi controllare l'indirizzo sulla pagina relativa all'amministrazione per cui lavori. Contattaci per segnalarci eventuali modifiche dell'indirizzo.

A volte le richieste non vengono ricevute per via dei filtri spam delle caselle di posta. Contatta i tecnici del tuo ufficio affinché mettano in "whitelist" i messaggi provenienti da @chiedi.dirittodisapere.it. Se ce lo segnali rispediremo le richieste e ti daremo ulteriori informazioni sull'invio, in modo da capire cosa è successo.

Infine: puoi rispondere a tutte le richieste via web senza email, usando il tasto "Rispondi alla richiesta" che si trova alla fine di ogni pagina con una richiesta.

Come sono calcolate le scadenze che sono sulle varie pagine?#

Il D.lgs 33/2013 stabilisce che la risposta debba arrivare entro "trenta giorni dalla presentazione dell’istanza"

Se ci sono motivazioni per cui la risposta può richiedere una quantità maggiore di tempo, sarebbe utile spedire una breve email segnalandolo e spiegandone le motivazioni.

Chi risponde alle richieste di accesso spesso deve fare un lavoro specifico di ricerca per rispondere, cosa che i cittadini spesso non immaginano. Pensiamo che mostrare questo tipo di lavoro e le difficoltà ad esso associate aiuti tutti.

Posso spedire allegati pesanti che non riuscirei a spedire via email?#
Puoi rispondere a una richiesta usando la pagina web e puoi anche allegare documenti. Per farlo vai alla fine della pagina e clicca su "rispondi alla richiesta". Contattaci se l'allegato fosse particolarmente pesante (superiore ai 50Mb).
Perché pubblicate le email e i nomi di chi risponde? #
Consideriamo il lavoro degli impiegati nella pubblica amministrazione come informazione pubblica. In casi eccezionali, tuttavia, elimineremo alcune informazioni qualora fosse necessario. Leggi la nostra policy a questo riguardo.
Pubblicate indirizzi email o numeri di telefono?#

Per prevenire lo spam rimuoviamo automaticamente email e numeri di telefono. Segnalaci se qualcuno fosse sfuggito. Per ragioni tecniche non sempre li rimuoviamo dagli allegati, specie dai file in formato .pdf

Se hai bisogno di visualizzare un indirizzo email che è stato rimosso, scrivici. A volte un indirizzo email può essere importante ai fini della risposta: in quel caso lo pubblicheremo in un formato speciale sotto forma di annotazione alla risposta.

Il diritto di accesso generalizzato prevede che chiunque possa chiedere le stesse informazioni e riutilizzarle. Se pensi che pubblicare alcuni documenti crei problemi di copyright, contattaci e segnalacelo.